Strategie e soluzioni per lo sviluppo della qualità nella cooperazione di abitazione e nel settore delle costruzioni
*
*
*

Il bilancio di responsabilità sociale nella Cooperazione di Abitazione

*
Le valenze del bilancio sociale
Nelle economie avanzate, la gestione della responsabilità sociale va sempre più configurandosi come condizione necessaria per rimanere sul mercato. Si può quindi affermare che in questi anni l'approccio responsabile, da semplice opzione etico-culturale, si pone sempre più come perno su cui far ruotare e orientare la gestione aziendale. 
Ciò non significa disconoscere le motivazioni sociali che hanno spinto molte imprese verso metodi di gestione responsabili: come le nuove sensibilità dei consumatori rispetto ai temi dell'impatto ambientale e sociale dei prodotti, o il tramonto dell'idea della supremazia del mercato su ogni altra dimensione civile e morale; ne tanto meno equivale, al contrario, a legittimare un'idea di responsabilità solo ed unicamente strumentale, ossia fondata solo su motivazioni afferenti l'incremento di competitività che deriva da una gestione multistakeholder.
 Il discorso è più complesso, e riguarda il percorso che molte imprese stanno avviando versol'orientamento all'etica e alla socialità nella gestione aziendale. Orientarsi all'etica significa garantire un tasso elevato di trasparenza attraverso la predisposizione di strumenti di rendicontazione e di comunicazione sociale idonei a gestire il consenso e garantire la qualità del prodotto: laddove, a monte, la responsabilità incide su tutte le funzioni aziendali (dalla produzione al marketing, dalla politica del personale alla politica degli acquisti). Ciò equivale a fare proprio un approccio globale all'impresa, intesa come soggetto agente in un territorio e in una comunità, che mette in campo azioni e approcci responsabili sia per motivazioni culturali che per finalità di efficienza ed efficacia gestionale.  A conferma di quanto detto, è utile svolgere una breve carrellata sulle principali valenze del Bilancio Sociale. Dall'analisi sintetica affiorerà il legame stringente tra motivazioni di ordine culturale e pragmatico in grado di spingere un'impresa ad avviare un processo di rendicontazione sociale.
 
1. Le valenze strategiche riguardano il sistema di corporate governance, inteso come il complesso delle linee programmatiche e pratiche che l'impresa utilizza per adempiere ai propri obblighi e alle proprie responsabilità nei confronti degli stakeholder.
Rispetto delle norme e reporting alle Autorità vigilanti: nei paesi in cui esistono regolamentazioni giuridiche sul tema. Tali normative sono già presenti in Francia e tutto fa pensare che possano diffondersi anche in Italia. In questi casi la rendicontazione è uno strumento per rimanere sul mercato.
Valenza di governance in senso stretto: in assenza di norme precise, il Bilancio Sociale rimane un fatto volontario che rientra nel più generale ambito della governance e della trasparenza nei confronti di soggetti che partecipano direttamente (con rapporti giuridici) o indirettamente (con il consenso) alla gestione dell'impresa.
Valenze di Management: attraverso il Bilancio Sociale un'impresa si mette nelle condizioni di osservare se stessa e di migliorare la sua efficienza di gestione. Dichiarare nella mission gli impegni sociali che si intendono assumere equivale a realizzare un budget sociale: parallelamente, rendicontare socialmente, alla fine dell'esercizio, consente di verificare la coerenza tra impegni assunti con gli stakeholder e i risultati realmente ottenuti.
2. Le valenze interne all'impresa possono essere classificate come valenze di organizzazione, di gestione delle risorse umane e valenze tecniche.
Valenze di organizzazione: a) Orientamento alla qualità: l'adozione di un sistema di rendicontazione sociale comporta l'instaurarsi di un ciclo gestionale che attraverso un feedback consente di migliorare il processo ad ogni passaggio. b) Miglioramento della collaborazione e sinergie: poiché la rendicontazione sociale è trasversale a più funzioni e servizi aziendali, essa costituisce l'occasione per migliorare le relazione tra uffici e servizi. c) Innovazione: il sistema premiante dell'azienda si orienta verso i risultati (ora misurabili nella loro globalità) ciò innesta un circolo virtuoso indirizzato alla promozione di nuove iniziative e idee.
Gestione delle risorse umane: a) Formazione: la realizzazione di un Bilancio Sociale è spesso connessa ad un processo di formazione sul campo, sia di tipo teorico, che di project management. b) Motivazione del personale: essendo animata in buona parte da valori etici e comportamenti economicamente responsabili, la rendicontazione sociale fa si che aumenti il senso di appartenenza all'azienda.
Valenza Tecnica: realizzare un sistema di rendicontazione sociale significa alimentare il sistema informativo aziendale: personale, pubbliche relazioni, statistiche, contabilità, fornitori, marketing. Ciò innesta la comunicazione tra i sottositemi aziendali, favorendo lo scambio di informazioni e una corretta gestione della conoscenza.
3. Le valenze esterne all'impresa riguardano essenzialmente le valenze di marketing
Valenze di marketing: a) la gestione della responsabilità sociale comporta un rafforzamento dell'immagine aziendale nei confronti di tutto l'universo dei portatori di interesse. b) La presentazione del Bilancio Sociale, se gestita come un evento, può rappresentare un'occasione per gli stakeholder di entrare in contatto con l'impresa.
La Cooperazione di Abitazione e rendicontazione sociale
Per certi versi, i punti cardine della Responsabilità Sociale, appartengono a pieno titolo alla tradizione del movimento cooperativo. E' nel dna della cooperazione l'adozione di standard più elevati rispetto ai vincoli previsti dalle leggi, così come il monitoraggio e il miglioramento dell'impatto sociale delle attività dell'impresa, oltre alla vicinanza al territorio di appartenenza, l'attenzione a come si produce valore e a come lo si distribuisce. In tal senso, il Bilancio Sociale, strumento centrale della Responsabilità Sociale d'Impresa, può essere visto come uno strumento moderno in grado di riscoprire, valorizzare e comunicare il sistema valoriale di riferimento del mondo cooperativo.
Ma come si è visto sopra, nella presentazione sintetica delle valenze della rendicontazione sociale, tale processo fornisce all'impresa svariate possibilità di coniugare, integrandole, tensioni e motivazioni diverse, ovvero relative alla predisposizione all'etica e alla responsabilità, con esigenze di tipo competitivo e strategico. E' sulla base di tale assunto che è possibile considerare il Bilancio Sociale come uno strumento utile in grado di inserirsi nei processi gestionali innovativi con cui devono confrontarsi le Cooperative di Abitazione.
Il settore in esame, nel corso degli ultimi anni, si è caratterizzato, infatti, per una serie di cambiamenti, riguardanti la domanda e il contesto di riferimento, che spingono le imprese cooperative a rivedere i propri assetti di gestione e le proprie politiche di riferimento. Citiamo ad esempio: - lo sviluppo di una coscienza condivisa e profonda, nella collettività e nelle istituzioni, rispetto al raggiungimento di un giusto equilibrio tra esigenze sociali, ecologiche ed edilizie, verso un corretto approccio allo sviluppo urbano fondato sulla qualità e la sostenibilità ambientale;
- l'insieme degli interventi normativi, come le direttive dell'UE sui prodotti per le costruzioni, i decreti riguardanti salute e sicurezza, la regolamentazione dei lavori pubblici, le norme ISO attinenti Ambiente e Qualità;
- i nuovi connotati dell'emergenza abitativa, non più tanto connessi a fattori quantitativi, quanto di tipo qualitativo. Da mettere in relazione con i cambiamenti sociali, economici, demografici e culturali che caratterizzano le società avanzate.
La nascita di nuove domande legate all'abitare spinge le imprese ad investire sulla conoscenza, l'innovazione e la qualità: approcci strategici orientati al cliente e alla comunicazione con l'insieme degli stakeholder. E' in questo contesto complesso che è possibile evidenziare le valenze specifiche della rendicontazione sociale per il mondo delle cooperative di abitazione:
1. Valenze legate alla comunicazione: Il Bilancio Sociale permette di stabilire un rapporto continuo con i portatori di interesse, mettendo quindi l'impresa cooperativa nelle condizioni di studiare e comprendere in maniera più specifica le dinamiche della domanda. Inoltre, attraverso la pubblicizzazione dei propri valori e attività, si ha l'occasione di aumentare il proprio capitale reputazionale.

2. Valenze legate alla qualità: qualità e gestione della conoscenza sono le dimensioni cruciali del vantaggio competitivo in quanto permettono alle cooperative di abitazione di orientarsi al cliente e di innovare costantemente il proprio ciclo produttivo. La rendicontazione sociale che, come si è visto, è in grado di innestare processi di monitoraggio delle attività imprenditoriali e di scambio delle conoscenze all'interno e all'esterno dell'impresa, può quindi inserirsi ottimamente nel più ampio processo di sviluppo della competitività delle imprese cooperative.

Autore: Nicola Busi - Resp. "I & S" CasaQualità - Serv.Bilancio Sociale