Strategie e soluzioni per lo sviluppo della qualità nella cooperazione di abitazione e nel settore delle costruzioni
*
*
*

La Qualità nel settore delle costruzioni e dei servizi immobiliari

*
LA QUALITÀ NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI E DEI SERVIZI IMMOBILIARI
LA QUALITÀ NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI E DEI SERVIZI IMMOBILIARI
L'ultimo decennio è stato caratterizzato da grandi cambiamenti che hanno interessato il tessuto sociale ed economico del nostro Paese e l'intera comunità internazionale.
La parola mercato ha assunto sempre maggiore importanza in tutti i soggetti economici: dal semplice consumatore che è chiamato, oggi più di ieri, ad effettuare scelte nuove ed importanti, all'imprenditore, in particolare quello piccolo, sempre più spinto dall’esigenza di rispondere in modo efficace ai cambiamenti intervenuti nella società e nell'economia.

La pressante esigenza di cambiamento e l'eccezionale rapidità con la quale si presenta in ogni settore di attività, sono dunque le caratteristiche più forti dello scenario in cui tutti noi ci troviamo ad operare.
Per molte aziende è giunto il momento di avviare con rapidità i necessari processi di miglioramento, pena l'essere sorpassati dai concorrenti e di conseguenza perdere ruolo e posizioni significative nel mercato.
In questo contesto le azioni da sviluppare riguardano non solo i servizi e i prodotti, ma ogni componente dell'organizzazione: uomini, prassi, competenze, relazioni, cultura d'impresa, il modo stesso di migliorarsi.
Questo è ancor più vero in presenza di progetti innovativi la cui gestione richiede sia l'assunzione di rigorosi impegni operativi, sia l'attuazione di adeguate azioni per controllarne lo sviluppo e condurli ai risultati attesi. Da qui l'esigenza di disporre di un sistema organizzativo efficace, efficiente e flessibile, in grado governare i processi produttivi e di assicurare il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

La capacità dell'azienda di realizzare i propri obiettivi dipende tuttavia anche da condizioni esterne; non solo dalle esigenze e dalle aspettative dei Clienti, ma anche da quelle dei collaboratori, dei fornitori, delle amministrazioni pubbliche, della collettività in senso lato.
Ciascuno di questi soggetti ha, nei confronti dell'azienda, differenti aspettative che l'azienda stessa deve cercare di soddisfare.
Le aziende si trovano così di fronte alla duplice necessità di rispondere alle esigenze e di evolvere in funzione di queste; ciò con il principale obiettivo di conquistare la fiducia dei Clienti e delle altre parti interessate. 
Se questo è dunque l'obiettivo da raggiungere e l'elemento cardine, non solo per il successo ma anche per la sopravvivenza stessa dell'azienda, l'interrogativo che possiamo ora porci riguarda le metodologie gestionali per perseguirlo. 
La strategia da perseguire è unica ed inequivocabile, anche se, probabilmente per l'inesatta percezione dei suoi contenuti,  è spesso fonte di confusione: si chiama Qualità aziendale. 

Negli ultimi anni il tema della Qualità ha assunto sempre maggiore importanza nel mondo delle imprese. Questo è avvenuto sulla base della consapevolezza che essa è ormai una fondamentale componente aziendale non solo per vincere la concorrenza ma anche per un ordinato sviluppo delle attività produttive, per eliminare gli oneri derivanti da criticità, sprechi ed errori di impostazione. 

Nel settore edilizio, in quello dei servizi e delle gestioni immobiliari, tutte le condizioni sopra rappresentate si ritrovano spesso amplificate, sia per la complessità del processo produttivo, sia per il numero e la diversità dei soggetti coinvolti.
Ci troviamo infatti di fronte ad un comparto costituito da un sistema eterogeneo e frammentato di piccole e medie imprese, spesso operanti esclusivamente in un ristretto e sovraffollato mercato di nicchia senza prospettive di sviluppo.

Il cambiamento dei contesti politici, economici e istituzionali, le crescenti complessità e articolazioni della domanda di servizi, richiedono oggi più che mai  rinnovate capacità professionali,  nuovi modelli e assetti organizzativi. 
In altre parole gli Operatori si trovano oggi ad affrontare i problemi di un comparto sempre più dinamico e selettivo, più articolato nella domanda e più impegnativo nelle procedure; un settore dove si richiede sempre di più organizzazioni efficienti, in grado di dare immediate ed efficaci risposte ai nuovi bisogni emergenti.
Agli Operatori, dalla Committenza, al Professionista, all'Impresa, è richiesto di saper leggere in maniera dinamica i bisogni e le aspettative che emergono dalla società in trasformazione, di mettere in campo rinnovate capacità imprenditoriali, sia per soddisfare le mutate esigenze abitative e di servizi dei cittadini, sia per contribuire fattivamente al nuovo sviluppo urbano e del territorio.

In questo contesto la scelta della Qualità, l'introduzione della Qualità Totale, attraverso il miglioramento organizzativo e l'adozione di specifici e graduali obiettivi di sviluppo qualitativo sul piano progettuale e realizzativo, risulta la giusta opzione in grado di dare una risposta efficace alle esigenze di innovazione e di sviluppo.

Le direttive dell'Unione Europea sui prodotti per le costruzioni, la Legge quadro in materia di lavori pubblici, i decreti legislativi in tema di salute e sicurezza, le norme ISO riguardanti Ambiente e Qualità, le nuove esigenze del mercato, forniscono uno scenario certo sulla necessità che gli Operatori del settore edilizio e dei servizi immobiliari affrontino seriamente e con tempestività la problematica legata alla Qualità.
Ad essi, con sempre maggiore frequenza, viene richiesto un forte impegno a fornire garanzie sulla Qualità dei loro prodotti, dei loro servizi e dei processi relativi.   

La certificazione del sistema organizzativo, l'attestazione del livello di Qualità raggiunto nella progettazione e realizzazione delle attività, rappresenta dunque un prezioso strumento per dare evidenza esterna delle capacità gestionali ed organizzative, per dimostrare la Qualità dei prodotti e dei servizi offerti ai propri Clienti. In sostanza costituisce un mezzo per evidenziare la propensione dell’azienda a perseguire gli obiettivi definiti nella fase di programmazione e a rispettare gli impegni assunti in sede contrattuale. 

Dare evidenza della capacità di controllare l'organizzazione, governare i processi, assicurare la Qualità dei prodotti e dei servizi, rappresenta dunque, per ogni azienda, un'esigenza sempre più pressante. 
In particolare la capacità di governare le attività connesse con lo sviluppo dei processi produttivi, diviene sempre più un requisito indispensabile per garantire prodotti e servizi conformi alle specifiche definite.

Lo sviluppo delle attività edilizie e di quelle connesse con i servizi e le gestioni immobiliari è costituito da un insieme di processi che interagiscono in parallelo ed in sequenza. Ciascun processo, proprio perché connesso in rete, è potenzialmente sede di problemi che, sia pure successivamente risolti, possono portare, oltre ad effetti negativi (criticità, difetti), ad una crescita dei costi, essendo la Qualità strettamente legata agli aspetti economici dell'iniziativa programmata.

Una corretta gestione dei processi, consente di attivate al meglio le risorse disponibili e di  monitorare i risultati conseguiti, rendendo possibile il miglioramento.
In questa ottica lo sviluppo dei processi avviene secondo definite fasi operative nelle quali sono sempre identificati gli obiettivi da raggiungere, individuate le risorse da impegnare, definite le responsabilità interne ed esterne, programmate le attività e gli acquisti, pianificate le verifiche e i controlli da effettuare.

I processi attraverso i quali l'azienda svolge la propria missione, sono sia quelli direttamente connessi alla realizzazione del prodotto/servizio, sia quelli definiti di supporto, quali le attività connesse con la gestione della struttura organizzativa e delle risorse disponibili.

I processi direttamente connessi alla realizzazione del prodotto, ovvero del servizio, detti anche processi primari, riguardano:  
- lo sviluppo delle attività inerenti le fasi di programmazione, progettazione, realizzazione, consegna, assistenza e gestione del prodotto/servizio; 
- la gestione delle relazioni con Clienti, Personale, Collaboratori esterni e  Fornitori; 
- la definizione della pianificazione e la gestione delle verifiche, dei controlli e dei riesami.

Al fine di implementare efficacemente tali processi e dimostrare la loro adeguatezza, sono necessarie azioni finalizzate a:
- identificare i processi più significativi per la gestione delle attività ed individuare le relative sequenze ed interazioni;
- determinare i criteri e i metodi per assicurare l'efficace funzionamento e controllo di detti processi;
- assicurare la disponibilità delle risorse e delle informazioni richieste per supportare la gestione e il monitoraggio delle diverse fasi di sviluppo delle attività;
- condurre rilevazioni e analisi finalizzate ad accertare la conformità del prodotto/servizio e l'adeguatezza del Sistema;
- attuare le azioni necessarie per conseguire gli obbiettivi prefissati e il miglioramento continuo.

La complessità dei rapporti, delle iniziative e degli adempimenti che nel loro insieme costituiscono il processo edilizio, evidenziano con sempre maggior forza la necessità che ogni Operatore del settore si doti di un sistema organizzativo in grado di governare i processi e di assicurare la massima affidabilità, sia verso gli utilizzatori finali delle attività organizzate, sia verso terzi (Enti pubblici, Enti Finanziatori, Comunità, ecc…).
In questo quadro la struttura organizzativa e le modalità attraverso le quali si sviluppano le attività aziendali, divengono elementi essenziali per assicurare la realizzazione degli obiettivi prefissati, la soddisfazione dei Clienti e delle altre parti interessate.


Autore: Giancarlo Tofanelli - Amministratore Delegato CasaQualità