Strategie e soluzioni per lo sviluppo della qualità nella cooperazione di abitazione e nel settore delle costruzioni
*
*
*

Viaggio-studio CasaQualità-Federabitazione in Barcellona su:"Edilizia sociale sostenibile in area mediterranea"

*
Logo PHE
Logo PHE
Nell'ambito del Progetto europeo Power House Europe, il Consorzio Nazionale CasaQualità ha organizzato un Viaggio di studi in Barcellona al quale hanno partecipato dirigenti e Tecnici di Federabitazione.
Il Progetto PHE (www.powerhouseeurope.eu), coordinato da Cecodhas Housing Europe e partecipato, oltre che da CasaQualità, da dodici organizzazioni dell'alloggio sociale di Belgio, Bulgaria, Estonia, Francia, Inghilterra, Italia, Spagna e Svezia, si propone sia di diffondere i risultati del Programma IEE (Intelligent Energy Europe) dell'Unione Europea, sia di realizzare lo scambio di esperienze sul tema della riqualificazione energetica nell'edilizia sociale.


La meta del Viaggio è stata la città di Barcellona, che rappresenta un caso esemplificativo di rinnovo urbano e un importante tassello del mosaico di “housing sociale" che sta acquistando sembianze sempre più concrete in tutta Europa.
L'iniziativa ha consentito di visitare alcuni interventi edilizi di particolare interesse e di realizzare uno scambio di esperienze con operatori locali e dirigenti della Regione Catalogna e dell'ufficio comunale dell'Edilizia sociale, sul tema dell'efficienza energetica nell'edilizia sociale in area mediterranea.
Nel corso di un incontro svoltosi presso la Regione Catalogna sono stati anche presentati i Progetti europei nei quali si è realizzata una attiva e produttiva collaborazione tra CasaQualità e la medesima Regione.


Nell'ambito dell'incontro sono state in particolare richiamate le diverse azioni attivate nell'area mediterranea per promuovere lo sviluppo sostenibile, l'efficienza energetica degli edifici residenziali eduna più attiva participazione dell'utenza.
E' stato quindi evidenziato come gli strumenti di valutazio ne della sostenibilità degli edifici residenziali, adottati in diversi paesi, siano stati messi a punto prendendo a riferimento sistemi e parametri di valutazione definiti per altre realtà geografiche, spesso poco compatibili con le specificità dell'area mediterranea.


CasaQualità, la Regione Catalogna e altri dieci partner provenienti da cinque paesi europei (Croazia, Francia, Italia, Spagna e Grecia), hanno costruito nell'ambito del Progetto IRH-MED (www.irh-med.eu), una piattaforma di osservazione, di analisi e di scambio di queste esperienze e si sono posti l'obiettivo di definire apposite linee-guida riguardanti un sistema di valutazione dell'edilizia residenziale sostenibile mediterranea.
Tutto ciò nell'intento di contribuire ad elaborare un percorso transnazionale che consenta anche di richiamare l'attenzione delle istituzioni pubbliche e degli operatori del settore sull'esigenza di riscoprire, nelle scelte, nelle azioni e nell'operatività di ciascuno, un'identità mediterranea spesso dimenticata.


L'incontro di Barcellona è pure stato occasione di presentazione del Progetto europeo ICE WISH (www.ice-wish.eu). Tale Progetto si propone attraverso l'impiego di sistemi avanzati di monitoraggio e di misurazione dei consumi, unitamente ad azioni di sensibilizzazione dell'utenza, di migliorare la gestione delle voci di spesa delle famiglie, relative ad acqua ed energia.
Il Progetto, coordinato dal Consorzio Nazionale CasaQualità, coinvolge diciannove partners provenienti da undici paesi europei: Belgio, Bulgaria, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Olanda, Polonia, Regno Unito, Spagna.


Il Presidente di Federabitazione, Ivo Cremonini, ha sottolineato come tale Visita-studio rientri nel quadro delle attività di formazione e di ricerca promosse da Federabitazione e sviluppate dal Consorzio Nazionale CasaQualità, per rispondere, sia alla crescente esigenza di innovazione del settore, sia all'opportunità di realizzare iniziative sempre più finalizzate a migliorare l'efficienza energetica e il confort abitativo e ambientale, senza dimenticare la sostenibilità economica e sociale delle gestioni.